Non sei ancora registrato? Inizia ora
Registrati  

Valutazione discussione:
  • 3 voto(i) - 2.33 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Situazione del gioco

#11
(20-09-2021, 07:59 PM)Wurthal Ha scritto: Penso di parlare a nome di molti nel dire che buona parte dell'utenza attuale di tg gioca da piu' di 10-15 anni, vedendo almeno 1 se non 2 riaperture, sempre con lo stesso pg.

Eventualmente, con un secondo, sporadicamente, giusto per "fare quello che con l'altro pg non avrei mai potuto fare".
Ci sono pure gli hardcore, che non hanno nemmeno mai pensato ad avere un secondo pg.

Quel tipo di utenza, quella che attivamente gioca (tempo libero permettendo) e' la stessa che potrebbe prendere la decisione di "resettare" autonomamente, in qualsiasi momento, chiedendo di disabilitare il personaggio e ripartire da 0, senza possibilita' di ritorno.

Fatto sta, che nessuno lo fa e quasi nessuno effettua la transizione alternativa, facendo diventare il secondo pg il proprio main, con il primo come sorta di figurante ai parties.

Il motivo per cui questo non avviene, e' appunto perche' tanta gente ha preferito spendere il proprio tempo (quando ancora ne aveva) a costruire comunita', costruire un passato ricchissimo di contenuti e storie da raccontare, che inevitabilmente andrebbero perse se si premesse il pulsante rosso e si dovesse ripartire da 0, ma con il tempo libero di un 30-40-enne invece di un 14-enne.

Stiamo parlando, inequivocabilmente, di una tipologia di gioco che nel 202X fa fatica ad aver trazione e trattenere utenza fresca, cosa che pero' non ha nulla a che vedere con quanto piu' volte ho visto venir sollevato, ovvero che non ci sia modo di rinnovare il proprio gioco e il proprio personaggio (nei limiti del buonsenso) in completa autonomia.

Costa solo spremere le meningi e un po' di dedizione.
Trovo il ragionamento molto molto immobilstico, avere un secondo server dove proseguire nella storia con nuovi pg e senza perdere il nulla ma avendolo appunto come BG non toglierebbe nulla a nessun giocatore e renderebbe il gioco fruibile e non assolutamente scomposto come lo è ora, frammentato senza capi ne riferimenti.

E poi parliamone i vecchi come noi che giocavano a tg 10 anni fà dove sono? chi logga ancora? sono tutti su Discord a sparare qualche cazzata ogni tanto ma on game non ci finiscono se non chiamati o per dovere perchè si sono ampiamente stufati di giocare ad un gioco che non può dar loro più nulla (non è colpa del gioco è normale, manco il miglior gioco visto al mondo può essere divertente per 20 anni). Io con Gadda ho fatto di tutto, con Selymar poi ho spento Gadda e fatto tutto quello che non avevo potuto fare con Gadda, poi mi è tornato Gadda e non so che farci mi annoio mortalmente.

Il discorso skilling è solo una mera scusa banale perchè basterebbe rimettere tutto su una scala di valori che ripartono da zero e facendo l'adeguata attenzione alla progressione dei pg che verranno creati (dio mio togliamo le stat visibili e le skill visibili ma questo è un altro tipo di FLAME Tongue ).

Prendiamo una manciata di vecchiardi facciamogli creare il mondo post distruzione di Landmar con tutti i reminder alle storie giocate e passate, le rovine di Landmar appunto, scegliamo un paio di città poche razze extra che vivono bene o male tutte in due o 3 città e vediamo che succede. Se torna gente io sono sicuro di si e tornerebbero anche tanti vecchi con la voglia di vivere una nuova avventura.
Cita messaggio

#12
Io penso che potrebbe anche bastare un accentramento dell'Utenza in una sola Città priva di Capo Clan, esattamente come capita a Tyrion.  E' possibile che non essendoci ancora una città che funziona in modo del tutto autonomo, possa servire il saltuario  utilizzo di qualche Mob.

Io personalmente farei esplodere tutte le città e manterrei il Regno del Nord che raggrupperebbe tutte le città formate da uomini pallidi e fastidiosi , e il Regno del Sud.. che ovviamente racchiuderebbe tutti i giocatori più fighi.  Gli elfi giocano ad un gioco diverso quindi non li contemplo nell'idea e i Nani possono stare nel mezzo.


Stacce.
Cita messaggio

#13
Rispondendo a Gadda, sono contrario a qualsiasi sorta di "gioco parallelo" ma con la stessa utenza: diluire l'utenza in due mondi paralleli non fa altro che aggravare la situazione di microcluster di gioco che non si toccano mai che gia' abbiamo, visto che in quel caso diluisci anche all'interno del cluster stesso. Inoltre, l'immobilismo sta nel non voler abbandonare il giocato.
Non concordo assolutamente sul fatto che il gioco non possa dar piu' nulla a gente che gioca da 20 anni. Io mi diverto ogni volta che loggo, sara' che non ho mai skillato alla morte e continuo a prendermi mediocremente la mia dose di vittorie e sconfitte. Sempre elogiando le prime e fingendo di dimenticarmi le seconde.

Rispondendo a Nirwyn, per me si puo' anche far esplodere proprio tutti gli umani.
E anche gli elfi.




Anzi, gli elfi prima.
Cita messaggio

#14
(19-09-2021, 10:22 PM)Eric - Gadda Ha scritto:
(19-09-2021, 11:41 AM)Kaddath Ha scritto: Non saprei, per me molti vecchi come noi vivono di nostalgia e di legami con il personaggio... se già ora non si divertono creandone uno nuovo, non si divertiranno molto neanche in un'ambientazione azzerata e non si collegheranno neanche quel poco che facevano prima.

Il problema ormai più che decennale dei mud è il ricambio generazionale, il riuscire a prendere giocatori nuovi, garantendo anche che ci restino per un po'. A mio avviso bisognerebbe come prima cosa cercare di fare in modo che un mud così, che soffre cronicamente di carenza di giocatori, sia in qualche modo divertente e fruibile anche se si è da soli, e non come ora che, non trovando nessuno online, per 4/5 delle comunità è praticamente impossibile fare qualcosa.
Ma questo è solo un pensiero, non sono nemmeno più sicuro che sia possibile riportare in vita un mud testuale di questi tempi.

il nuovo giocatore per un prodotto del genere è assolutamente fuori target , ma ciò non vuol dire che non possa esserci un'utenza più che sufficiente, post chiusura di Isylea si sono toccati i 40/50 pg a sera, il problema è che TG non aveva nulla da offrire di nuovo e solo buon gioco e animazione non possono funzionare da collante se manca tutta l'infrastruttura. Al di la degli aspetti tecnici 15/20 "nuovi" pg si sono trovati catapultati in una società chiusa per nulla permeabile con i ruoli cardine occupati da vecchie cariatidi (mi ci metto pure io) che apparivano per mantenere il ruolo e portare avanti una tradizione che non poteva più funzionare perchè su tg tutti hanno fatto tutto le storie si sono troppo intrecciate ed incasinate.

Valutare un secondo server (se spaventa troppo perdere i propri pg, le proprie sedie su cui sedere) su cui far ripartire un gioco sano e pulito con pochi punti di riferimento (i famosi due poli gravitazionali su cui i pg devono fare affidamento evitando dispersione) un forte legame con lo splendido bg deghettiano e un occhio di riguardo sul discorso skilling.

Mah sinceramente non capisco del tutto a cosa ti riferisci.

Le vecchie cariatidi generalmente occupano i posti perché non c'è nessun altro che li fa. Almeno nelle comunità che ho visto io. Non credo nessuno abbia iniziato a giocare e abbia deciso di smettere perché quello che voleva fare era occupato da qualcun altro che non voleva mollarlo.

La chiusura di Isylea ha portato tanta gente qui e hanno smesso dopo poco a mio avviso proprio per la stessa ragione che darebbe il colpo di grazia a TG se dovessimo resettare: erano affezionati ai loro PG di Isylea e alla loro ambientazione, alle storie create lì, e non hanno avuto la forza di ricrearle da zero altrove.
Cita messaggio

#15
(20-09-2021, 09:18 PM)Wurthal Ha scritto: Rispondendo a Gadda, sono contrario a qualsiasi sorta di "gioco parallelo" ma con la stessa utenza: diluire l'utenza in due mondi paralleli non fa altro che aggravare la situazione di microcluster di gioco che non si toccano mai che gia' abbiamo, visto che in quel caso diluisci anche all'interno del cluster stesso. Inoltre, l'immobilismo sta nel non voler abbandonare il giocato.
Non concordo assolutamente sul fatto che il gioco non possa dar piu' nulla a gente che gioca da 20 anni. Io mi diverto ogni volta che loggo, sara' che non ho mai skillato alla morte e continuo a prendermi mediocremente la mia dose di vittorie e sconfitte. Sempre elogiando le prime e fingendo di dimenticarmi le seconde.

Rispondendo a Nirwyn, per me si puo' anche far esplodere proprio tutti gli umani.
E anche gli elfi.




Anzi, gli elfi prima.
ma davvero? nel senso come si fa a diminuire un utenza di 3 pg compreso il mio di questa sera? io quando loggo non vedo un cane che sia uno e anche se lo vedo si fan due chiacchere se va bene e poi slogghiamo tutti e due perchè non c'e' altro da fare. 
Proviamo ad uscire dal solito loop che TG così è e così deve rimanere per sempre amen... cosa costerebbe provare, osare.. senza nemmeno dover cancellare tutto tra l'altro se fallisce... pace torniamo tutti sul server 1 con 3 player

(20-09-2021, 09:38 PM)Kaddath Ha scritto:
(19-09-2021, 10:22 PM)Eric - Gadda Ha scritto:
(19-09-2021, 11:41 AM)Kaddath Ha scritto: Non saprei, per me molti vecchi come noi vivono di nostalgia e di legami con il personaggio... se già ora non si divertono creandone uno nuovo, non si divertiranno molto neanche in un'ambientazione azzerata e non si collegheranno neanche quel poco che facevano prima.

Il problema ormai più che decennale dei mud è il ricambio generazionale, il riuscire a prendere giocatori nuovi, garantendo anche che ci restino per un po'. A mio avviso bisognerebbe come prima cosa cercare di fare in modo che un mud così, che soffre cronicamente di carenza di giocatori, sia in qualche modo divertente e fruibile anche se si è da soli, e non come ora che, non trovando nessuno online, per 4/5 delle comunità è praticamente impossibile fare qualcosa.
Ma questo è solo un pensiero, non sono nemmeno più sicuro che sia possibile riportare in vita un mud testuale di questi tempi.

il nuovo giocatore per un prodotto del genere è assolutamente fuori target , ma ciò non vuol dire che non possa esserci un'utenza più che sufficiente, post chiusura di Isylea si sono toccati i 40/50 pg a sera, il problema è che TG non aveva nulla da offrire di nuovo e solo buon gioco e animazione non possono funzionare da collante se manca tutta l'infrastruttura. Al di la degli aspetti tecnici 15/20 "nuovi" pg si sono trovati catapultati in una società chiusa per nulla permeabile con i ruoli cardine occupati da vecchie cariatidi (mi ci metto pure io) che apparivano per mantenere il ruolo e portare avanti una tradizione che non poteva più funzionare perchè su tg tutti hanno fatto tutto le storie si sono troppo intrecciate ed incasinate.

Valutare un secondo server (se spaventa troppo perdere i propri pg, le proprie sedie su cui sedere) su cui far ripartire un gioco sano e pulito con pochi punti di riferimento (i famosi due poli gravitazionali su cui i pg devono fare affidamento evitando dispersione) un forte legame con lo splendido bg deghettiano e un occhio di riguardo sul discorso skilling.

Mah sinceramente non capisco del tutto a cosa ti riferisci.

Le vecchie cariatidi generalmente occupano i posti perché non c'è nessun altro che li fa. Almeno nelle comunità che ho visto io. Non credo nessuno abbia iniziato a giocare e abbia deciso di smettere perché quello che voleva fare era occupato da qualcun altro che non voleva mollarlo.

La chiusura di Isylea ha portato tanta gente qui e hanno smesso dopo poco a mio avviso proprio per la stessa ragione che darebbe il colpo di grazia a TG se dovessimo resettare: erano affezionati ai loro PG di Isylea e alla loro ambientazione, alle storie create lì, e non hanno avuto la forza di ricrearle da zero altrove.

Ma guarda ti assicuro che son successe cose molto curiose in tutto questo tempo, ma non recrimino nulla io sono la prima cariatide di TG. Ti assicuro che molta gente di Isylea ci ha provato e ci sta provando ancora (be non ultimamente forse) ma inserirsi in un mondo ove tutto è precluso, concluso o già fatto da qualcun altro è davvero poco stimolante. C'e' da dire che oltretutto l'ultima gestione deghettiana è stata per scelta (giusta o sbagliata che sia non sta a me stabilirlo) molto rigida e poco aperta allo sviluppo di ruoli nelle vicende di trama mettendo i pg per lo più come gregari. Insomma niente più Sevenis che distrugge il mondo.
Cita messaggio

#16
Io però non colgo l'aspetto concreto... cos'è che è precluso ai giocatori attualmente che non lo sarebbe se si ricominciasse da zero? Se tu col tuo nuovo PG ti connetti nella nuova Aral multirazziale e incontri 10 PG invece che 2 che fate di particolare che non potete fare oggi?
Per altro ricominciare da zero, ricreare storie, richiederebbe un intervento massiccio dei master che al momento mi pare latitino.

Anche su Isylea negli ultimi periodi della sua agonia c'era perennemente il thread sul forum dell'azzeramento. Ma a mio avviso è sempre stata la soluzione mitologica per noi vecchi che speriamo di poter ricreare le sensazioni che avevamo nell'era d'oro di TG, ma che non dipende da questo... dipende solo dalla mancanza di nuove energia, di nuova gente che abbia voglia di dedicare a TG il tempo e l'entusiasmo che si ha all'inizio.
Cita messaggio

#17
Non credo un reset sia la soluzione, per motivi gia citati come il tempo, la storicità, la voglia di ripartire da capo (premettendo appunto che c'è gia questa possibilità in autonomia con il secondo personaggio o rifacendosi anche il primo).

Penso che ovviamente il gioco essendo datato, ai vecchietti soprattutto, può dare meno stimoli ma al contempo dovrebbe anche dare la voglia di far provare ai nuovi ciò che abbiamo provato noi in passato, dedicandosi più a essere fisiologicamente guide e mentori delle nuove leve. E onestamente questa cosa l'ho anche vista molto spesso in questa riapertura da Gadda stesso, Wurthal, Zahyr, etc.

E' chiaro che ci sono dei cali di utenza fisiologici dettati dalle circostanze, come l'estate (ricordo la medesima utenza se non minore l'estate scorsa fino a settembre per poi risalire a un ottima media di 30/40 a sera). Quindi non credo che vada sempre preso a esempio un momento di bassa utenza come punto di riferimento per giudicare lo stato del gioco.

Io penso che per ripartire ci voglia sempre la giusta alchimia di voglia di fare e creare da parte dei giocatori senior, combinata con il lavoro dello staff sia lato novità che trame e sviluppi di gioco, bg, aree etc.

Concordo con alcune proposte come quella di Nirwyn (magari meno estrema di un esplosione atomica) sulla questione accentramento, sarebbe sicuramente incentivante a livello di interazione tra personaggi dato che (non per Thegate ma per il tipo di gioco come i mud) l'utenza è ovviamente ridotta rispetto ai fasti di 20 anni fa quando si girava sui 120 pg online. Per quanto non sia facile per ovvie ragioni politiche sarebbe sicuramente di aiuto accentrare un po le comunità.

Per il resto io son sempre fiducioso nell'atmosfera del gioco che come altri ha i suoi momenti di monotonia, ma alla fine ci riporta sempre tutti qui a ripartire per nuove avventure!
Cita messaggio

#18
Attualmente le cose non sono precluse per volontà di qualcuno ma per totale mancanza di possibilità di fare qualsiasi cosa, come ho già scritto, dalle tempistiche sbagliate relative ad una mappa troppo espansa, dalla frammentazione dei gruppi (o totale disgregazione), dalla mappa completamente svuotata da mob, quest o da quella sensazione che tanto era tipica di TG di "poter essere protagonista" anche se eri l'erborista degli orchi. (e qui tanto merito ai vecchi master).
Un nuovo "mondo" in cui giocare, sfruttando però il bg sarebbe altresì affascinante per i vecchi che potrebbero trovare Easter Eggs, citazioni e frammenti delle loro vecchie storie e chi se ne frega di dover reiniziare, spero vivamente che lo skilling possa essere diverso, bilanciato e non necessario come lo è ora.
Non è un calo fisiologico, magari domani il master di turno ha una buona intuizione e fa tornare una manciata di player a giocare alla sua quest ma non è questo che da nuova linfa al fioco gli da solo un pò di ossigeno.

Ma davvero cosa hanno ancora da dire Gadda o Galyn che hanno 150 anni o più?
Cita messaggio

#19
Io sono tra quelli molto affezionati al proprio personaggio, ho fatto un paio di prove con secondo pg ma entrambe naufragate proprio a causa dell’attaccamento al primo. Io credo che una cosa che potrebbero fare i giocatori per il gioco sarebbe quello di tornare a giocare tutti “insieme” in una città multietnica, come era all’inizio. E ciò può essere fatto anche senza un reset ma con un nuovo capitolo della storia del nostro amato gioco.
Potrebbe essere una città divisa in quartieri, uno per ogni comunità oggi esistente ognuno con la sua caratterizzazione e una certa indipendenza. La citta nel suo complesso potrebbe essere governata da un consiglio formato da un rappresentante di ogni quartiere che elegge poi le figure amministrative della citta’, cio aprirebbe a innumerevoli spunti di gioco.
Cita messaggio

#20
Per me l'unico modo che abbiamo per salvare questo gioco è che lo staff chiarisca la situazione attuale. Difficile parlare di modifiche al webclient o di cataclismi e reset e prequel e re-build dell'intero mondo se non abbiamo un primo input da parte loro.

In pratica, per me serve che chi ha in mano il gioco apra la discussione.
Cita messaggio



Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)